News » Gruppo Habilita

News

L'ambulatorio di ginecologia a Fara Novarese

20/07/2021
Info per il pubblico

Laureata nel 2004 e specializzata nel 2009 in Ginecologia e Ostetricia, la Dr.ssa Alessia Di Oto visita i suoi pazienti in Habilita Casa di Cura I Cedri di Fara Novarese. La dottoressa ci ha spiegato l’importanza di una visita specialistica dal ginecologo.

«Le visite specialistiche in ginecologia che vengono effettuate a I Cedri comprendono anche esami specifici come Pap test, ricerca HPV, ecografia ginecologica di routine. Vengono effettuate anche visite specifiche di prevenzione oncologica. Per le donne in menopausa è possibile eseguire dei controlli mirati. A breve saranno attivate anche le visite per le donne in gravidanza».

Non ci sono quindi delle fasce d’età più indicate di altre?

«Assolutamente no. Qui vengono effettuate visite ginecologiche per ogni età della donna: dal menarca fino alla menopausa. Una particolare attenzione viene riservata alle donne in gravidanza. Inoltre, si effettuano tutte le visite preventive per lo screening dei tumori».

Per le donne in gravidanza come funziona il percorso di avvicinamento al parto?

«Per quanto riguarda le visite in gravidanza (sia fisiologica che patologica), se necessario, oltre che al nostro ambulatorio, ci si potrà appoggiare anche all’ospedale o al centro di riferimento per poi decidere dove partorire».

Ci sono esami specifici per le donne in gravidanza che è possibile effettuare a I Cedri?

 

«Nel corso delle visite specialistiche posso effettuare delle ecografie ostetriche di I livello (datazione, accrescimento). In particolare, è possibile effettuare le ecografie specifiche della 32sima settimana (che ora non vengono più passate dalla Regione Piemonte)».

Quanto è importante l’ecografia della 32sima settimana?

«Attualmente il Sistema Sanitario presente in Regione Piemonte prevede che l’ecografia della 32sima settimana venga riservata soltanto alle pazienti a rischio, ovvero alle pazienti che hanno riscontrato il diabete gestazionale, un’ipertensione in gravidanza, o un rallentamento della crescita. Però è doveroso ricordare che nelle pazienti fisiologiche, ovvero quelle per cui non sono presenti particolari fattori di rischio, è molto importante osservare come cresce il bambino e verificare (dopo l’ecografia morfologica) lo stato di reni e vescica poiché possono essere soggetti a patologie che hanno un riscontro evolutivo. Questo significa che è possibile avere una morfologica completamente normale mentre esistono patologie legate al liquido amniotico, alla placenta, ai reni e alla vescica che subentrano dopo la 30sima settimana. Quindi, oltre alla valutazione dell’accrescimento del bambino, grazie a questo esame, è possibile osservare lo stato di salute di diversi organi».

Anche per la contraccezione è possibile rivolgersi al suo ambulatorio?

 

«Sì, certo. Qui è possibile sottoporsi anche a visite specialistiche per la contraccezione, sia per le ragazze più giovani che per le donne in età più matura. È inoltre possibile effettuare l’inserimento della spirale».