News » Gruppo Habilita

News

Il trattamento ad onde d'urto

28/05/2021
Info per il pubblico

Spesso si sente parlare delle onde d’urto focalizzate come possibile soluzione a determinate patologie ossee, muscolari o tendinee. Ma di che cosa si tratta? Come funzionano le onde d’urto? Per saperne di più ci rivolgiamo al dottor Nicola Taiocchi, specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione di Habilita.

Cosa sono le onde d’urto?

Sono onde acustiche pressorie che vengono erogate da un apposito generatore. Questa emissione viene convogliata, grazie all’utilizzo di una parabola, in un punto specifico di piccole dimensioni chiamato fuoco: in questa area si concentra la massima espressione dell’energia.

In che modo agiscono le onde d’urto sul nostro organismo?

Il trattamento con le onde d’urto genera una risposta biologica da parte del tessuto che viene stimolato, provocando una neoangiogenesi a livello osseo, tendineo e cutaneo. In questo modo si agevola un miglior afflusso di sangue, riducendo i fenomeni infiammatori e stimolando il trofismo locale.

 

Quando è necessario fare ricorso alle onde d’urto focalizzate?

La lista di patologie che possono essere indicate per un trattamento con le onde d’urto focalizzate è molto ampia. Partiamo dalle pseudoartrosi e ritardi di consolidamento delle fratture alle algodistrofie ed osteonecrosi, dalle tendinopatie ed entesopatie alle borsiti traumatiche o microtraumatiche, dalle lesioni muscolari alle patologie urologiche per finire con le aderenze cicatriziali e con altre patologie ossee e legamentose.

Chi è che stabilisce la necessità di questo trattamento?

L’inquadramento clinico e diagnostico (attraverso esami come la Risonanza Magnetica, un’ecografia o gli RX) sono effettuati da un medico specialista (un fisiatra o un ortopedico) che prescrive un ciclo di sedute all’interno di un progetto riabilitativo. Solitamente ogni ciclo prevede tre sedute a cadenza settimanale. Ogni seduta ha una durata che non supera i 20 minuti.

Ci sono delle controindicazioni alle onde d’urto focalizzate?

Le onde d’urto focalizzate non vanno mai eseguite nelle donne in gravidanza, nel caso di presenza di strutture sensibili (encefalo, midollo spinale, gonadi) nel campo focale, di patologie tumorali, focolai settici acuti e tromboflebiti nel campo focale, coagulopatie non compensate.

In Habilita il servizio di onde d’urto focalizzate è disponibile nelle sedi di Zingonia, Sarnico, Bergamo, Osio sotto, Clusone e Albino.