News » Gruppo Habilita

News

I nuovi mammografi in Habilita

28/04/2021
Info per il pubblico

Novità importanti nel settore della Diagnostica per Immagini di Habilita. È infatti in corso un corposo rinnovamento delle apparecchiature in diverse sedi di gruppo. Tutto ciò si traduce in un innalzamento della qualità del servizio rivolto all’utenza con la possibilità di individuare e diagnosticare con maggiore anticipo eventuali patologie. Abbiamo chiesto al dottor Sergio Pesenti, responsabile dell’U.O. di Diagnostica per Immagini delle sedi bergamasche di Habilita, di illustrare i cambiamenti in atto in diverse strutture del gruppo. “Nonostante le difficoltà che un anno come il 2020 ha comportato per tutti, Habilita ha deciso di avviare un importante rinnovo tecnologico che parte dalle macchine di utilizzo quotidiano come gli apparecchi tecnologici di radiologia tradizionale. In particolare – spiega il Dr. Pesenti – la nuova macchina è già entrata in funzione in Habilita Poliambulatorio specialistico di Clusone e, a breve, sarà installata anche nelle sedi di Bergamo e Zingonia”.

Ma non è l’unica novità che riguarda il settore della Diagnostica per Immagini di Habilita.

"Esatto. Un altro importante cambiamento è quello che riguarda la sostituzione di tutti i mammografi. Parliamo delle strutture di Zingonia, di Bergamo e di Sarnico. In particolare a Bergamo e Zingonia sono stati acquisiti apparecchi con tomosintesi, e di un sistema digitale diretto a Sarnico".

Nella sede di Sarnico è oggi presente un’offerta particolarmente articolata.

"Esatto. In Habilita Ospedale Faccanoni di Sarnico è possibile usufruire di un’ampia gamma di servizi. Dalla Tac alla risonanza magnetica, dalla mammografia all’rx, dall’ecografia (con due ecografi) all’opt: parliamo quindi di una sede che rappresenta, dal punto della Diagnostica per immagini, un importante punto di riferimento per tutta la comunità del basso Sebino".

L’obiettivo finale è ambizioso.

"L’obiettivo finale, una volta completate le installazioni, e dopo aver ottenuto il via libera da parte di ATS, sarà quello di proporci come una struttura di screening mammografico: sarebbe un riconoscimento importante che attesterebbe una volta di più la qualità del lavoro che stiamo portando avanti nelle nostre strutture".

Qual è il vantaggio più diretto per i pazienti?

"Il vantaggio più evidente è dato dalla sensibilità diagnostica maggiore dovuto dalla tecnologia digitale diretta e dalla tomosintesi presente a Zingonia e Bergamo. In concreto si tratta di poter effettuare delle piccole scansioni, simili a quelle che vengono realizzate da una TAC, nei punti in cui possa esistere un sospetto diagnostico non risolvibile dalle immagini dirette. Grazie alla tomosintesi è quindi possibile effettuare un approfondimento maggiore già in sede di mammografia".

Altri vantaggi?

"Un altro vantaggio riguarda la dose minore di radiazioni che viene applicata alla paziente: le apparecchiature digitali notoriamente permettono un importante risparmio di dose. Il risultato finale che una paziente ottiene è in linea con gli elevati standard qualitativi che oggi vengono richiesti dalle strutture specializzate nell’ambito della Diagnostica per Immagini".

Assume un ruolo importante anche l’aspetto del personale che utilizza questa tecnologia avanzata.

"Sono d’accordo. È altrettanto importante, infatti, non dimenticare l’aspetto umano che va di pari passo a quello tecnologico. Habilita si è mossa anche in questa direzione potendo contare sulla professionalità e sull’esperienza di senologi importanti che arricchiscono la già importante tradizione medica del gruppo. Con Habilita collaborano infatti il dottor Parimbelli, la dottoressa Sommavilla, la dottoressa Signorelli, la dottoressa Barozzi e la dottoressa Torda".