Specialista in Chirurgia Generale

Arrigoni Gianluca

Chirurgia Generale

Giorni di attesa
  S.S.N. Privato Agevolato
Visita Chirurgia Generale (proctologia) 87 10 ---

Prenota una visita

Tutte le visite possono essere prenotate online inviando una copia dei seguenti documenti:

  • impegnativa redatta dal medico
  • tessera sanitaria
  • eventuali tesserino d'esenzione
Il Proctologo è il medico che si occupa delle malattie dell’ano e del retto: emorroidi, ragadi, fistole, polipi, infiammazioni e infezioni, ecc.: generalmente si tratta di un colonproctologo poichè si interessa anche delle patologie di tutto il colon. La diagnostica delle malattie del colon è complessa e richiede esami diagnostici strumentali impegnativi, che a volte si effettuano in regime di ricovero e necessitano dell’intervento di vari specialisti. Inoltre valuta le stipsi espulsive e quelle miste, con esami specifici, le incontinenze anali primitive e secondarie, le proctiti, le parassitosi, e il grande capitolo dei difetti muscolari del pavimento pelvico soprattutto femminile (RETTOCELI, ENTEROCELI, PTOSI PERINEALI, i danni sfinterici con le varie incontinenze, causa a loro volta di infezioni recidivanti vaginali e urinarie. La visita proctologica è, invece, generalmente agevole e può essere eseguita ambulatorialmente in pochi minuti, senza particolare preparazione (1 clisterino di pulizia): ciononostante fornisce, se fatta da Medici competenti, notevoli indicazioni cliniche e può svelare malattie di semplice risoluzione o gravi patologie, la cui diagnosi precoce risulta determinante per le possibilità terapeutiche. È per questo che la Visita Proctologica può e deve essere eseguita, senza timore, ad ogni segno di fastidi, anche piccoli.

La Visita Proctologica è completata dall’Ano-proctoscopia, cioè dall’osservazione dell’ultima porzione del retto e del canale anale, con un piccolo strumento: spesso si impiegano, anche negli adulti, “anoscopi” pediatrici, cioè destinati ad essere usati per i bambini, per cui normalmente non esiste il tanto temuto dolore della visita. Generalmente i pazienti che richiedono una Visita Proctologica sono convinti di “soffrire di emorroidi”, per poi venire a conoscenza di una molteplicità di alterazioni diverse, tanto impensabili per loro, quanto semplici da risolvere per lo Specialista: per questo nessuno dovrebbe curarsi da solo o copiare la cura “per le emorroidi” del vicino di casa, senza consultare il Proctologo.

Prima di procedere con la visita proctologica, il paziente va informato con riguardo circa le manovre che si stanno per mettere in atto in modo da farlo sentire a proprio agio, cercando di sdrammatizzare questo momento che spesso è difficile da accettare. È utile indagare se il paziente è alla sua prima visita proctologica, in questo caso lo specialista deve riservare gran parte del tempo dedicato alla visita per rassicurare il paziente e per fargli comprendere l’importanza delle manovre ispettive necessarie per eseguire una corretta valutazione proctologica.

Terapie eseguite nei
seguenti centri